Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: CERCO INFO STORICHE DEL CALCIO A SORSO, INFO CRONOLOGICHE SULLA NASCITA DELLE SOCIETA' SORSO CALCIO, ESPERIA SORSO E ROMANGIA, FOTO SCANNERIZZATE, ARTICOLI ECCETERA. SE QUALCUNO VOLESSE CONTRIBUIRE MI PUO' CONTATTARE ALLA MAIL cescocanu@sorsocalcio1930.com

martedì 30 dicembre 2008

SINTESI DELLA PARTITA ILVAMADDALENA - ROMANGIA (PROBLEMI DI SALUTE)

Chiedo scusa, ma a causa di una brutta influenza non posso lavorare decentemente al video della partita giocata domenica contro l'Ilvamaddalena. Per fortuna c'è un video fatto da La Maddalena TV, con tanto di interviste ai due tecnici.
Purtroppo mancano alcune scene, che più avanti mi occuperò di postare appena mi sentirò meglio, come il replay sul secondo goal dell'Ilvamaddalena (il sospetto passaggio in fuori gioco) e il rigore negato alla Romangia per fallo su Francesco Marreu. In ogni caso è fatto piuttosto bene, quindi è da guardare assolutamente.

Su Facebook si prepara l'evento Romangia - Torres, quindi se avete un account facebook partecipate al gruppo città di Sorso su facebook, in questi giorni posterò delle foto dela Romangia, e dopo la partita di sabato vedremo di preparare contenuti speciali. Se non avete un account facebook farlo è semplice e non costa assolutamente nulla.


L'amministratore Franesco Canu

domenica 28 dicembre 2008

15° GIORNATA: ILVAMADDALENA - ROMANGIA 2-1

Finisce dopo cinque partita la striscia positiva della Romangia, che viene sconfitta di misura dall'Ilvamaddalena. E' stata una partita molto combattuta, dove la terza forza del campionato ha dovuto faticare parecchio per aver ragione dei sorsesi, e che addirittura sembrava che nel primo tempo le cose si potessero mettere davvero male per i maddalenini. I padroni di casa hanno però vinto grazie ai primi venti minuti del secondo tempo giocati superlativamente, anche se il secondo goal pare viziato da un fuorigioco.
La Romangia scende in campo con Contini GF, Musino, Santoni, Sechi, Roggio, Contini S, Marreu, Mannurita, Masiero, Carta P e Sechi A. Un'unica punta dunque, e ritorno in campo di Davide Masiero, uno dei protagonisti della scorsa stagione e momentaneamente utilizzato nella squadra juniores. Al posto di Giovanni Pischedda Manunta inserisce Musino, mentre all'assenza di Andrea Pischedda risponde con un 4-5-1 inedito.
L'inizio è subito spettacolare, con le due squadre che si fronteggiano molto agonisticamente. L'Ilvamaddalena gioca meglio la palla a terra, ma la Romangia è più concreta. A rovinare la partita un arbitro non proprio in forma, che fischia falli inesistenti, non fischia rigori sacrosanti ed ha dalla sua due guardialinee imbarazzanti. Una nota davvero troiste in questo campionato, che vede nell'organico FIGC arbitri che sembrano pensare ad altro quando scendono in campo. Dopo alcune azioni dei biancocelesti con due tiri alti, l'arbitro nega un rigore sacrosanto alla Romangia per fallo su Marreu, servito ottimamente in area da Paolo Carta. L'Ilvamaddalena prova a premere per tenere la Romangia nella propria metacampo, ma non riesce a rendersi pericolosa, e il centrocampo governato da Mannurita gestisce bene gli spazi. A rendersi pericolosi per primi sono proprio gli ospiti. Paolo Carta si invola sulla sinistra, e serve un traversone per Andrea Sechi, che devia il pallone verso la porta, anche se un pò debolmente. Il portiere avversario ha un colpo di reni fantastico e riesce a respingere il tiro. Subito dopo ancora protagonista il portiere biancoceleste, che interviene di piede sulla linea di porta per impedire a Paolo Carta di ribadire in rete. Il primo tempo si chiude sullo zero a zero, e la Romangia sembra essere in buono stato.
Nel secondo tempo l'Ilvamaddalena prende le misure agli ospiti, e inizia a padroneggiare il campo grazie ad un'ottima manovra di centrocampo. I primi venti minuti sono tutti di marca biancoceleste, e i biancorossi non riescono a venire a capo della partita, concedendo troppi spazi. Il goal maddalenino non arriva subito solo grazie alla prontezza di riflessi di Gianfranco Contini, che devia da campione in angolo un tiro rasoterra dei padroni di casa. Dopo cinque minuti si ripete, deviando un tiro a botta sicura a due passi dalla porta. Sul successivo calcio d'angolo però non può nulla sullo splendido colpo di testa dell'attaccante maddalenino, che porta in vantaggio i biancocelesti. Mister Manunta allora inserisce immediatamente Antonio Carta al posto di Andrea Sechi, cercando di riordinare il centrocampo e di premere sull'acceleratore in cerca del pareggio. Ma la situazione sembra arenata, troppe volte l'attaccante sorsese appare solo davanti. Arriva quindi il due a zero dei maddalenini, su un cross al centro sul quale l'attaccante maddalenino non trova ostacoli a battere Gianfranco Contini. L'azione è però viziata da un evidente fuorigioca, che il guardialinee a due passi ignora. Ma la Romangia toglie fuori l'orgoglio, e si butta comunque in avanti. Mister Manunta inserisce Schintu al posto di Paolo Carta, stanco a causa di un primo tempo giocato su ritmi frenetici, e inserisce anche Fabrizio Mulas al posto di Davide Masiero. A dieci minuti dalla fine Salvatore Contini serve Schintu, che da palla ad Antonio Carta. L'attaccante biancorosso batte a rete, e il portiere respinge corto ma arriva Fabrizio Mulas che trovandosi al posto giusto al momento giusto infila la sua prima rete personale in prima squadra dopo appena 15 minuti giocati in totale dall'inizio del campionato. Il goal scuote la Romangia, che però pur costruendo alcune azioni interessanti su inserimenti di Daniele Schintu e Antonio Carta non riesce a rendersi periocolosa. Il fischio finale fa tirare un sospiro di sollievo ai padroni di casa, che incassano tre punti, avvicinandosi all'olmedo e tenendo il ritmo della Torres mentre la classifica della Romangia non cambia, a causa della sconfitta subita sia da Latte Dolce che dal Valledoria.
Tutto sommato una prova positiva, considerando che ci si trovava di fronte alla terza forza del campionato. I maddalenini non hanno avuto vita facile, pur giocando un secondo tempo quasi impeccabile. Qualche recriminazione nei confronti della terna arbitrale, ma a conti fatti si può dire che l'Ilvamaddalena abbia meritato la vittoria, anche se un pareggio non sarebbe stato certamente da contestare.
E sabato, allo stadio la Piramide di Sorso, arriva la capolista Torres.
MIGLIOR GIOCATORE DELLA PARTITA: ANTONELLO MANNURITA


COSI' LA 15° GIORNATA

BOSA - LATTE DOLCE 2-0
GIALETO - BUDDUSO' 1-1
GHILARZA - VALLEDORIA 2-1
ILVAMADDALENA - ROMANGIA 2-1
MACOMER - ARBUS 2-1
MONTE ALMA - BORORE 4-0
R. VILLACIDRO - USINESE 4-2
TORRES - ORIONE 96 2-0

sabato 27 dicembre 2008

PREPARTITA


Partita insidiosa per la Romangia Sorso, che affronta la terza in classifica sul campo insidioso della Maddalena. I giocatori di Beniamino Manunta arrivano all'ultima partita dell'anno dopo il riposo della scorsa giornata. In queste settimane si sono intensificati gli allenamenti, e si spera che possano dare i frutti che l'allenatore spera. Non sarà facile, considerando che saranno assenti per squalifica Andrea Pischedda e Giovanni Pischedda, entrambi espulsi nella gara contro l'Orione 96 e che dovranno scontare un turno di stop.

Ma le riserve scalpitano, in primis Paolo Carta (nella foto) che nelle ultime gare ha dato l'impressione di essere in forma, che probabilmente sarà affiancato da Antonio Carta. Resta da vedere quale sarà il secondo fuori quota che verrà schierato al posto di Andrea Pischedda, scelta non facile, ma che si preannuncia non priva di sorprese, dato che l'allenatore biancorosso ha visionato tra gli juniores alcuni possibili sostituti molto promettenti.

Per quanto riguarda la grafica del sito, da domani utilizzerò un'ottica per la macchina fotografica completamente diversa, sperando di dare una qualità accettabile alle fotografie, avendo a disposizione un obiettivo simile a quello utilizzato dal fotografo della Nuova Sardegna. Spero che apprezzerete gli sforzi.

Appuntamento per domani sul campo sintetico de La Maddalena, e naturlamente FORZA ROMANGIA!

mercoledì 24 dicembre 2008

IL SITO VA IN VACANZA PER QUALCHE GIORNO

Con le feste natalizie, per qualche giorno il sito va in vacanza, e augura a tutti i tifosi della Romangia, alla Romangia stessa, la dirigenza, i giocatori e tutta Sorso, buone feste.

Si ritorna il 28 dicembre per la partita con l'Ilvamaddalena.

lunedì 22 dicembre 2008

14° GIORNATA: ROMANGIA A RIPOSO

Giornata di riposo per la Romangia Sorso, che tornerà in campo il 28 dicembre. Nella 14° giornata di andata del campionato di Promozione girone B poche sorprese, alcune delle quali importanti per la romangia. Vince infatti il Latte Dolce contro il Monte Alma e si piazza davanti ai sorsesi con due lunghezze di vantaggio, mentre il Valledoria pareggia contro il secondo fanalino di coda Gialeto e raggiunge la squadra di Manunta a 14 punti.
Pochi danni quindi, dato che il Buddusò le prende sonoramente da una Torres che sembra un rullo compressore, che macina la squadra avversaria con un secco 5-0. Risponde con un'altra goleada la capolista Olmedo, che si sbarazza del Macomer con un 4-0 interno che lascia ben poche repliche. Le due squadre ormai sono in fuga, dato che l'Ilvamaddalena va a pareggiare con l'Orione 96, mentre si riavvicina ai maddalenini il Riunite Villacidro, vittorioso sul campo esterno di Arbus.

COSì LA 14° GIORNATA

ARBUS - R. VILLACIDRO 0-2
BORORE - GHILARZA 0-1
BUDDUSO' - TORRES 0-5
LATTE DOLCE - MONTE ALMA 1-0
OLMEDO - MACOMER 4-0
ORIONE 96 - ILVAMADDALENA 1-1
USINESE - BOSA 1-1
VALLEDORIA - GIALETO 1-1
RIPOSO: ROMANGIA

CLASSIFICA

OLMEDO 33

TORRES 32
ILVAMADDALENA 28
R. VILLACIDRO 26
USINESE 21
ORIONE 96 19
GHILARZA 19
MACOMER 18
ARBUS 17
LATTE DOLCE 16
ROMANGIA 14
VALLEDORIA 14
BOSA 10
BUDDUSO' 10
BORORE 8
GIALETO 7
MONTE ALMA 5

sabato 20 dicembre 2008

IL PUNTO

(Foto: Salvatore Contini)
Giornata strana la 13°, con 6 pareggi e due sole vittorie. In classifica cambia dunque poco, anche se grazie al pareggio esterno dell'Olmedo sul campo del Villacidro ha permesso a Torres e Ilvamaddalena di farsi sotto ed avvicinarsi alla capolista. Giornata di interludio invece per il resto del campionato, con la sola eccezzione della Romangia, che compie un piccolo passo avanti superando il Valledoria, sconfitto dall'Ilvamaddalena.

(Foto: Gianfranco Contini)
E proprio la Romangia domenica ha lottato con le unghie e con i denti, ridotta in dieci per tutto il secondo tempo e addirittura in nove negli ultimi dieci minuti. La squadra di Sorso nonostante la superiorità numerica degli ospiti è riuscita più volte a mettere in crisi la difesa avversaria, e questo è un segnale estremamente positivo, che giustifica ampiamente l'ottimismo di mister Manunta che ha palesato nell'intervista sulla Nuova Sardegna.
Oggi si giocherà la 14° giornata del campionato, ma la Romangia osserverà il turno di riposo che spetta a tutte le squadre a causa della disparità del numero di squadre che hanno preso al via quest'anno nel campionato, per i noti fatti che hanno coivolto due delle maggiori squadre sarde, Torres e Nuorese, rispettivamente retrocesse dalla serie C2 nei campionati di promozione girone B e girone A. Vedremo dunque dal responso di domani come apparirà la classifica dei sorsesi prima di andare in campo il 28 dicembre sul campo esterno dell'Ilvamaddalena. Osservati speciali Latte Dolce, Valledoria, Buddusò e Ghilarza, le squadre che si trovano nei pressi della classifica biancorossa.
(Foto: La panchina della Romangia)

Chi sale:


Paolo Carta: l'attaccante sassarese, dopo il lungo digiuno di goal che durava dalla partita di Castelsardo contro il Monte Alma nello spareggio promozione 2007/2008, rientra in campo come riserva, migliorando a vista d'occhio fino a ritrovare il posto di titolare nella partita contro l'Orione 96, dove ripaga la fiducia siglando un goal e lottando come un leone fino alla sostituzione nel secondo tempo.

La squadra: non potrebbe essere altrimenti, visto che l'inferiorità numerica ha influito ben poco sul rendimento generale. Il gruppo ha continuato a tenere stoicamente il campo, grazie alla granitica difesa di Sechi, Pischedda (finchè non verrà espulso), Musino e Roggio, ad un centrocampo attento guidato da Mannurita e Tirotto, delle fasce che sanno pungere con Contini e Marreu e di un attacco pericoloso anche quando viene espulso Andrea Pischedda, con Paolo Carta che deve lavorare doppio.

L'appuntamento per la prossima partita è al 28 dicembre, a La Maddalena, contro la fortissima Ilvamaddalena, terza forza del campionato.

mercoledì 17 dicembre 2008

SINTESI ROMANGIA - ORIONE 96 1-1

Ecco la sintesi della partita di domenica scorsa tra Romangia Sorso e Orione 96 nella 13° giornata del campionato di Promozione girone B Sardegna. Qualche dubbio legittimo sul goal annullato a Paolo Carta, ma purtroppo dalle immagini non si riesce a capire quale fosse la posizione dell'attaccante biancorosso al momento del lancio. Per il resto una prova di forza, con la Romangia che ormai è imbattuta da 5 turni e si posiziona al momento in una classifica tranquilla.

domenica 14 dicembre 2008

13° GIORNATA: ROMANGIA - ORIONE 96 1-1

Non riesce il colpo grosso alla Romangia Sorso nella partita interna contro l’Orione 96. Sarebbero stati 3 punti pesanti in vista del turno di riposo che spetta ai biancorossi di Beniamino Manunta, ma l’Orione è riuscita a rimettere in piedi la partita, con gran fatica, considerando che i sorsesi hanno finito la gara in 9 e con un numero di occasioni da goal decisamente superiori agli ospiti.

(Foto: Paolo Carta festeggiato dal mister e Andrea Sechi dopo il goal)
La Romangia scende in campo con Contini GF, Pischedda G, Musino, Sechi GL, Roggio, Tirotto, Marreu, Mannurita, Pischedda A, Carta P e Contini T. Musino al posto dell’assente Santoni, quindi, e Paolo Carta dal primo minuto, che sembra attraversare un buon momento. In panchina rimangono dunque Antonio Carta e Andrea Sechi, che saranno utilizzati come carta per cercare di vincere la partita nel secondo tempo. Confermato Tirotto a centrocampo, come a Buddusò.

L'Orione risponde con Fenu, Contini, Marongiu, Argiolas, Sanna, Cogoni, Locci, Serra, Flumini, Pisano, Mascia. All. Vacca.

ARBITRO: Giua di Calangianus.

(Foto: Andrea Pischedda, salterà la partita del 28 dicembre contro l'Ilvamaddalena)

L’inizio è travolgente, Andrea Pischedda lotta tenacemente su tutti i palloni, e Paolo Carta riesce a ritagliarsi ottimi spazi al limite dell’area, Mannurita tiene alto il centrocampo, mentre dietro Musino, inizialmente impacciato, riesce a contenere gli spazi. Dopo appena due minuti la Romangia passa in vantaggio. Su una respinta della difesa ospite Tirotto svirgola il pallone ma riesce comunque a servire Gianluca Sechi, che riesce a mettere in mezzo il pallone sul portiere in uscita, ingannato dal rimbalzo. Sul cross pennellato arriva Paolo Carta, che sigla il suo primo goal in questo campionato, goal che gli mancava dalla partita di Castelsardo nella finale playoff 2007/2008 contro il Monte Alma. Nell'azione gli ospiti perdono il portiere per infortunio a causa di uno scontro con un compagno di squadra. L'Orione 96 accusa il colpo, e la Romangia cerca di affondare il colpo. Tore Contini riesce ad inserirsei bene, ma le due punte Pischedda e Carta non riescono a raddoppiare, pur supportati dagli ottimi lanci di Mannurita. Gli ospiti cercano allora di puntare sul piano nervoso, e cercano di provocare i giocatori sorsesi. Arrivano le prime ammonizioni per Giovanni Pischedda e Gianpiero Tirotto. L'Orione cerca di costruire gioco a centrocampo, ma la difesa romangina non concede spazi, e Gianfranco Contini non ha grossi problemi, se non per un pallone che non riesce ad addomesticare bene e che è costretto a mettere in angolo. A sfiorare il goal è ancora la Romangia, con una bella palombella di Tirotto che scavalca il portiere, ma sfiora il palo destro. Paolo Carta segna di nuovo su lancio di Mannurita, ma il guardialinee sbandiera il fuorigioco. Prima della fine del primo tempo la Romangia rimane in 10 per l'espulsione di Andrea Pischedda, a detta dell'arbitro per un fallo di reazione. Gli ospiti allora crescono, senza però impensierire troppo la Romangia, producendo molto gioco ma arrivando solo due volte al tiro, senza impensierire Contini. (Foto: Paolo Carta, ritorna al goal dopo un lungo digiuno)

Il secondo tempo non registra cambiamenti di sorta, con la Romangia costretta a chiudersi e ripartire in contropiede. Ancora una volta però sempre i giocatori di casa sfiorano il raddoppio. Paolo Carta si presenta davanti al portiere, ma non riesce ad impattare il colpo vincente. La partita diventa un assedio, e mister Manunta cerca di correre ai ripari. Francesco Marreu appare dolorante a causa di un fallo precedente, ed entra al suo posto Stefano Ara, alla sua seconda presenza. Su un errore difensivo l'Orione pareggia, con un bel tiro dentro l'area di Locci sul quale Contini non può arrivare. Sull'onda dell'entusiasmo l'Orione prova a vincere la partita, ma a parte uno sterile tiro alto e qualche cross sui quali Giovanni Pischedda e Gianluca Sechi vigilano bene non riescono a rendersi pericolosi. Mannurita vede il portiere indeciso e si inventa un tiro da 40 metri, che sembra indirizzato in porta, ma l'estremo difensore riesce a mettere in angolo per un soffio. Nel frattempo entra Antonio Carta al Posto di Paolo. Subito protagonista il nuovo entrato con un bel fraseggio insieme a Mannurita. Intanto l'Orione inizia a rendersi pericoloso, bucando spesso il centrocampo, ma nonostante l'inferiorità numerica la Romangia tiene come può e non rinuncia ad attaccare. Sun un calcio d'angolo conquistato addirittura da Roggio. Giovanni Pischedda trova il colpo di testa, ma il difensore di Selargius respinge sulla linea di porta a portiere battuto. Poco dopo entra Andrea Sechi al posto di Contini, l'allenatore romangino cerca di sfruttare la velocità di Andrea per sorprendere la difesa ospite, e in effetti si vedono i benefici, grazie anche al dialogo ottimo con Antonio Carta, ma a 7 minuti dalla fine la Romangia rimane in 9 uomini, Giovanni Pischedda riceve la seconda ammonizione e quindi il rosso. Gli ospiti si fanno intraprendenti, fiutando il possibile colpaccio, ma alla fine la Romangia chiude in attacco, con un calcio di punizione di Antonio Carta che sfiora il palo alla sinistra del portiere.

(Foto: Gianfranco Contini ha qualcosa da dire per l'operato dell'arbitro, che ricordiamo essere lo stesso di Romangia-Arbus)

Pareggio stretto dunque, considerate le numerosissime occasioni da goal avute, a fronte di un Orione 96 sterile che nonostante il buon possesso palla non si è dimostrata squadra capace di affondare la corazzata biancorossa, che addirittura in nove uomini è riuscita a fronteggiare gli ospiti ed a sfiorare il vantaggio. Nel complesso una buona prova di carattere, che avrebbe meritato pienamente i 3 punti.

MIGLIOR GIOCATORE DELLA PARTITA: PAOLO CARTA


Ora alla Romangia spetta il turno di riposo, dove si spera che le dirette concorrenti non guadagnino troppi punti nei confronti dei biancorossi. Si ritornerà in campo sull'isola di La Maddalena il 28 dicembre, dopodichè la pausa natalizia, prima dell'attesa sfida contro la Torres.

COSI' LA 13° GIORNATA

TORRES - VALLEDORIA 2-0
ROMANGIA - ORIONE 96 1-1
R. VILLACIDRO - OLMEDO 0-0
MONTE ALMA - USINESE 0-0
ILVAMADDALENA - BUDDUSO' 2-0
GIALETO - BORORE 1-1
GHILARZA - LATTE DOLCE 0-0
BOSA - ARBUS 1-1
RIP. MACOMER

venerdì 12 dicembre 2008

IL PUNTO

(Foto: Andrea Pischedda addomestica il pallone nella partita esterna contro il Buddusò)
Vicini al giro di boa, il campionato di Promozione assume connotati ben precisi, sebbene ci siano ancora i margini per un cambiamento. Spesso infatti questi tornei riservano sorprese, soprattutto nel girone di ritorno, quando le squadre che hanno apportato cambiamenti sostanziali nelle formazioni rispetto allo scorso campionato si saranno assestate su uno schema di gioco ben preciso. In testa al torneo intanto la Torres, nonostante abbia ricominciato a correre, è alle prese con il mercato per cercare rinforzi, a causa dell'inarrestabile Olmedo, che non sembra per nulla impressionato dal blasone della sua diretta concorrente. Rallenta poco dietro il Villacidro, che cede il passo all'Ilvamaddalena dopo il pareggio esterno a Macomer. I maddalenini invece passano di misura sul campo del Valledoria e rimangono sulla scia dei battistrada.
Nella parte bassa della classifica intanto il Monte Alma è scivolato all'ultimo posto, dopo il recupero infrasettimanale che ha visto il Gialeto strappare un pareggio sul campo del Latte Dolce. Pochi goal nell'ultima giornata, a causa delle intense piogge che hanno reso i campi di gioco dei veri e propri pantani.

(Foto: Tirotto, Roggio, Sechi GL e Pischedda A prima del fischio d'inizio a Buddusò)

La Romangia intanto può brindare al salto in classifica, avendo superato in un solo colpo il Latte Dolce ed il Buddusò, e nel contempo ha raggiunto i cugini del Valledoria a quota 13. Nella partita di domani la Romangia dovrà affrontare l'Orione 96, ostica squadra del cagliaritano, partita con velleità di Promozione ma al momento bloccata a 17 punti, un pò pochi rispetto alle squadre di testa. I sorsesi di Beniamino Manunta dovranno cercare di fare punti, prima della pausa di turno, per trovarsi in posizione vantaggiosa nel ritorno in campo sul terreno dell'isoletta La Maddalena, terza forza del campionato. Dopo il turno di riposo ci aspettano due partite infuocate con Ilvamaddalena e Torres, prima dell'ultimo turno del girone di andata sul campo esterno del Gialeto.

(Foto: riscaldamento prima della partita contro il Buddusò)

Chi sale:

Gianluca Sechi: Il capitano della Romangia sigla la sua terza rete personale di questo campionato, e per la terza volta lo fa su calcio di punizione, regalando 3 punti insperati ai biancorossi. Difficile pensare ad una squadra senza di lui. Il reparto difensivo quest'anno è più maturo, grazie alla crescita esponenziale di Giovanni Pischedda, Tore Roggio e Luciano Santoni, e il capitano risente del clima positivo giocando con autorità.

Gianfranco Contini: Il portiere romangino si riscatta ampiamente dall'errore sul campo del Borore, e sull'uno a zero gioca con la sicurezza e l'abilità che gli sono consueti, salvando in maniera determinante per ben 3 volte il risultato. Perfette scelte di tempo nelle uscite, che impediscono agli avversari di poter giocare palle alte in area di rigore.

Giampiero Tirotto: Il mister lo reinventa incontrista a centrocampo, e lui risponde ottimamente bloccando più volte le manovre avversarie, non solo grazie alla sua altezza, ma soprattutto per merito delle scelte di tempo per sradicare letteralmente la palla dai piedi degli avversari.

Il reparto giovani: L'età media di quest'anno è sensibilmente inferiore a quella dello scorso campionato, e nonostante punti fermi come Gianluca Sechi e Gianfranco Contini siano imprescindibili, i giovani sono spesso determinanti, e chiamare fuori quota due giocatori del calibro di Andrea Pischedda e Francesco Marreu è riduttivo, avendo prestazioni in linea con i loro colleghi più anziani. Quest'anno sono 4 i giocatori giovanissimi che hanno giocato in prima squadra, oltre ai già citati Marreu e Pischedda, e sono Claudio Cacace, Davide Masiero, Stefano Ara e Fabrizio Mulas. Il calcio di Sorso ripartirà da questi 6 giocatori? Solo il tempo saprà dirlo, ma i segnali ci sono, e sono buoni.

Appuntamento per domenica alle 15:00 al Salvatore Madau di Sorso, la Piramide rimarrà inagibile a causa dello stato dell'erba fino alla sfida con la Torres.

mercoledì 10 dicembre 2008

SINTESI BUDDUSO' - ROMANGIA 0-1

Come ogni mercoledì ecco la sintesi della partita settimanale della Romangia Sorso, che coglie il primo successo esterno in casa di un Buddusò battagliero. Sono state molte le polemiche sugli spalti, ma se andiamo a vedere i due episodi maggiormente contestati, scopriamo che l'arbitro non ha fatto errori così evidenti.
Nel primo episodio, come potete vedere dal replay, Gianfranco Contini riesce a toccare con le mani il pallonetto dell'attaccante, e lo fa in area, ma l'arbitro giudica falloso il successivo contatto con il giocatore di casa, che avviene al di fuori dell'area. Giusta quindi, nell'interpretazione dell'arbitro, la punizione a favore del Buddusò, giusta anche l'ammonizione, in quanto non era ultimo uomo, inconsueta quindi la richiesta di espulsione da parte dei padroni di casa.

Nel secondo caso, invece, doppio errore arbitrale, che per fortuna però non causa danni. Viene giudicata infatti con le mani una respinta di coscia, come si vede bene dal replay, di Giovanni Pischedda. Tralasciando quindi il fatto che il difensore non tocca con le mani (come è stato riportato nella cronaca del giornale), il contatto avviene in area, quindi doppio errore.
Ciò però è da imputare, come il caso della punizione che ha portato al vantaggio della Romangia (di cui purtroppo non abbiamo le immagini), dove l'arbitro non vede che il portiere di casa ha preso la palla con le mani fuori area, alla scarsa visibilità delle linee del campo, a causa delle piogge e della carente manutenzione. Mi sento quindi, in tutta franchezza, di assolvere il direttore di gara.


Risolto il problema con la risoluzione video, è possibile vederlo con la qualità migliore direttamente qui.

domenica 7 dicembre 2008

12° GIORNATA: BUDDUSO' - ROMANGIA 0-1

(Foto: Beniamino Manunta prima della gara)
Prima vittoria esterna per la Romangia Sorso, contro un Buddusò molto ostico, che ha messo in grossa difficoltà i biancorossi di mister Manunta. Finalmente una vittoria esterna, che anche se giunta in maniera un po’ fortunosa, dona un’iniezione di fiducia nella squadra, che ormai coglie punti sia quando gioca bene che quando gioca un po’ sotto tono.

(Foto: Giampiero Tirotto segue un avversario)
La Romangia scende in campo con Contini GF, Pischedda G, Santoni, Sechi GL, Roggio, Tirotto, Contini T, Mannurita, Pischedda A, Carta A e Marreu. Novità in vista dunque, con l'allenatore della Romangia che in questa partita si affida all'altezza di Gianpiero Tirotto, lasciando la velocità di Andrea Sechi per il secondo tempo. Una scelta che si rivelerà azzeccata, infatti Tirotto giocherà bene in interdizione, mentre con l'ingresso di Sechi la squadra potrà respirare grazie alle sue lunghe falcate.
Il Buddusò risponde con Porcu, Mandras, Sotgiu, Fiori, Fois, Magrini, Caro, Lai, Masia, Canu e Nieddu. All. Fais.
Arbitro Grossi di Alghero.
Piccolo appunto sul campo: le pessime condizioni del terreno di gioco, unite al fatto che le linee non erano state tracciate di recente, risultando a tratti semicancellate e in alcune parti addirittura invisibili, sono alla base di alcune discutibili decisioni del direttore di gara. La responsabilità di ciò è dunque del Buddusò, fermo restando che il rigore richiesto per il mani di Giovanni Pischedda era inesistente, così come Gianfranco Contini ha preso il pallone nettamente in area di rigore, e dunque non andava neppure ammonito.
(Foto: Antonello Mannurita in contrasto)
La Romangia parte bene e inizia a premere in cerca del goal. Al terzo minuto Santoni serve Andrea Pischedda, che però è anticipato dal portiere. Poco dopo una torre di Antonio Carta serve Tore Contini, che serve in profondità Andrea Pischedda perfettamente inserito sulla sinistra, il giovane attaccante di Sorso si presenta a tu per tu con il portiere, che però riesce a parare il tiro con una mano. Il Buddusò riesce allora a prendere in mano le redini della partita, e si propone più volte con ragionate manovre a centrocampo. Le azioni più pericolose però arrivano su calci piazzati. Il primo viene deviato con la punta delle dita da Gianfranco Contini, mandando il pallone a sbattere sulla traversa, a seguito della quale Giovanni Pischedda riesce a liberare. Nel secondo la palla colpisce la parte alta della traversa e si perde sul fondo. Scampato il pericolo la difesa, ma soprattutto l’estremo difensore romangino contengono le velleità avversarie, che si fanno sempre più pressanti. La Romangia si limita a contenere, attaccando con lanci lunghi e con il contrasto a centrocampo affidato all’altezza di Giampiero Tirotto. I quattro difensori sorsesi riescono a contenere bene, ma la Romangia sembra sotto pressione, mentre davanti non riescono ad arrivare palloni giocabili.
(Foto: Gianfranco Contini mentre si scalda)
Nel secondo tempo la squadra di Beniamino Manunta inizia un po’ meglio, ma è il Buddusò a gestire la partita, grazie ad un solido centrocampo. L’arbitro intanto sembra che a tratti non ci stia con la testa, e commette errori a catena sia in un verso che nell’altro. La Romangia si riaffaccia in area avversaria con un calcio piazzato di Sechi, che serve Tirotto. La torre di quest’ultimo riesce a servire Andrea Pischedda, il cui colpo di testa finisce alto. Nel frattempo arriva la prima sostituzione, con Andrea Sechi che entra al posto di Tore Contini. Sul’fronte opposto Contini GF si esibisce in un’uscita tempestiva a bloccare l’attaccante del Buddusò. Al 10’ minuto la Romangia colpisce. Andrea Pischedda approfitta di un’ingenuità del portiere, e ruba palla. La difesa di casa non può far altro che commettere fallo. Della punizione si incarica il solito capitan Sechi, che con la complicità di una deviazione della barriera sigla il suo terzo goal personale in questo campionato, superando le segnature del campionato scorso in prima categoria, dove siglò due reti, entrambe importantissime. Il Buddusò accusa il colpo, e la partita si fa nervosa. Entra Paolo Carta al posto di Antonio Carta, e riesce ad ottenere alcune importanti punizioni, smorzando il gioco e la manovra avversaria. I padroni di casa inseriscono Fumu al posto di Masia. Al 25’ Contini si esibisce in una splendida parata sul tiro sicuro dell’attaccante del Buddusò. Poco dopo il Buddusò rimane in dieci. Già ammonito, Fois commette un bruttissimo fallo su Marreu, riceve la seconda ammonizione e viene espulso. Per alcuni minuti il centrocampista di Sorso è costretto a rimanere a fondocampo dolorante, e verrà sostituito successivamente dall’esordiente Fabrizio Mulas, che compirà una prestazione di tutto rispetto, contenendo bene a centrocampo. Al 30’ Contini GF viene ammonito inspiegabilmente. Infatti su un pallonetto dell’attaccante di casa, il portiere biancorosso tocca con le mani in maniera evidente in area, ma l’arbitro non è dello stesso avviso, e per fortuna non applica alla lettera il regolamento e non espelle il portiere di Sorso. Poco dopo il Buddusò recrimina per un fallo di mani in area, ma l’arbitro assegna semplice punizione dal limite, ammonendo Giovanni Pischedda. Peccato però che come vedrete nella sintesi che pubblicherò prossimamente il difensore sorsese tocca il pallone con la coscia, pur essendo in area di rigore. Al 40’ Gianfranco Contini salva nuovamente il risultato, deviando un forte tiro dell’attaccante del Buddusò. Ma la Romangia non sta a guardare, e a pochi minuti dalla fine Andrea Pischedda sfiora il raddoppio, rubando palla all’ingenua difesa di casa e indirizzando il pallone in rete. Sulla linea di porta però un difensore del Buddusò salva e mette in angolo. Dopodichè arriva il triplice fischio.
(Foto: Francesco Marreu esce dolorante dopo il brutto fallo subito, che costerà l'espulsione al giocatore del Buddusò)
Tre punti in cassaforte dunque, nonostante il Buddusò non abbia per nulla demeritato, governando per lunghi tratti la partita. D’altro canto però la vittoria è arrivata anche grazie ad una tenacia impagabile, molto saggia nel non voler premere troppo quando i padroni di casa si facevano pericolosi, limitandosi a contenere quanto più possibile e colpendo in contropiede nei momenti giusti. I tre punti sono ancora più preziosi, considerando che sono arrivati in trasferta contro una diretta concorrente alla salvezza, ma soprattuttoi considerando i risultati delle altre partite, che permettono alla Romangia di fare un bel balzo in avanti inclassifica.
MIGLIOR GIOCATORE DELLA PARTITA: GIANFRANCO CONTINI E GIANLUCA SECHI

COSI' LA 12° GIORNATA

ARBUS - MONTE ALMA 1-1
MACOMER - R. VILLACIDRO 0-0
BORORE - TORRES 0-1
OLMEDO - BOSA 1-0
BUDDUSO' - ROMANGIA 0-1
USINESE - GHILARZA 3-0
LATTE DOLCE - GIALETO 0-0
VALLEDORIA - ILVAMADDALENA 0-1
RIPOSO: ORIONE 96

Domenica prossima a Sorso arriva l'Orione 96, che in classifica ha 4 punti in più della Romangia. Si giocherà al Madau, perchè a causa delle piogge e delle numerose partite e allenamenti svolti impropriamente sul terreno di gioco della Piramide hanno reso il campo impraticabile. Si spera che l'erba sia pronta per la sfida di gennaio contro la Torres, perchè sarebbe davvero un peccato giocare questa importante sfida in una struttura inadatta come il Madau.

venerdì 5 dicembre 2008

IL PUNTO

(Foto: Andrea Sechi stacca di testa)
Mentre l'Olmedo prova la fuga per la promozione, le inseguitrici tengono il ritmo, e Villacidro e Ilvamaddalena rimangono in scia senza perdere troppi punti, a differenza della Torres, che dopo un inizio roboante di campionato cala vistosamente. In questo momento l'Olmedo è la squadra più in forma, o comunque quella che riesce a ottenere risultati continuativi. Dietro il quartetto nelle prime posizioni, si è creato un buco piuttosto evidente, in quinta posizione infatti troviamo Macomer e Orione 96, entrambe a ben 9 punti di distacco dall'Olmedo, dando un impressione chiara di quali saranno le squadre che lotteranno per il salto di categoria. Dietro intanto la situazione è più agguerrita, Romangia, Buddusò, Latte Dolce e Valledoria avanzano a piccoli passi, cercando di tenersi alla larga dalla zona più calda e pericolosa della classifica, dove Monte Alma e Gialeto non riescono ancora a trovare la prima vittoria stagionale, che permetterebbe alle due squadre di riagganciare il treno salvezza. In particolare il Monte Alma, nonostante le prestazioni dignitose, non riesce a concretizzare, pur mettendo in grossa difficoltà squadre del calibro dell'Olmedo e della Torres.
La sfida di domenica tra Romangia e Buddusò è l'ennesima chiamata alle armi per i giocatori di mister Manunta, sempre per il discorso salvezza. Nella trasferta insidiosa che aspetta i sorsesi la Romangia dovrà cercare di non concedere punti preziosi ad una diretta concorrente, e magari sarà un'occasione per centrare la prima vittoria esterna. Naturalmente il Buddusò non sarà certamente d'accordo, e si preannuncia una sfida infuocata, aperta a qualunque risultato.(Foto: Francesco Marreu si scalda)
Chi sale:
Francesco Marreu: Finalmente il giovane centrocampista di Sorso riesce a sfoderare una prestazione di tutto rispetto, proponendosi più volte negli schemi offensivi e sfiorando addirittura il goal (l'anno scorso, ricordiamo, siglò una rete importante per la promozione contro l'Ardara) con un tiro all'incrocio sula quale il portiere del Valledoria ha messo una pezza in angolo.

giovedì 4 dicembre 2008

SINTESI ROMANGIA - VALLEDORIA 0-0

Ecco, anche se in ritardo mostruoso, la sintesi della partita di domenica scorsa tra Romangia e Valledoria. Come potete vedere la gara è stata influenzata dal terreno di gioco, reso pesante dalle piogge ma anche da alcune partite delle giovanili giocate nei giorni precedenti, che ha reso il campo irregolare. Comunque le occasioni da goal non sono mancate, come la traversa del valledoria su colpo di testa e il tiro di Andrea Pischedda che sfiora il palo. Qualche dubbio su un fallo di mani in area del Valledoria sul tiro di Gianluca Sechi.

lunedì 1 dicembre 2008

11° GIORNATA: ROMANGIA - VALLEDORIA 0-0

(Foto: Beniamino Manunta)
Finisce a reti bianche la sfida tra Romangia e Valledoria, un pareggio che a dispetto del risultato ha regalato non poche emozioni, grazie alla tenacia messa in campo dalle due squadre, che hanno creato numerose occasioni da goal. Solo le difese granitiche, la bravura dei portiere e anche un pò di sfortuna hanno negato il goal alle due squadre. Un punto a testa, per due squadre che lottano per la salvezza, che rimane prezioso, anche perchè il Buddusò, che domenica prossima affronterà i sorsesi di Manunta, ha pareggiato con l'Orione 96 e rimane a quota 10 insieme alla Romangia.
(Foto: Tore Roggio)
La Romangia scende in campo con Contini GF, Pischedda G, Santoni, Sechi GL, Roggio, Contini T, Marreu, Mannurita, Pischedda A, Carta A e Sechi A. Formazione tipo per Manunta dunque, che in settimana, a causa di scelte tecniche ha dovuto, a malincuore, tagliare i ponti con due giocatori; Cappai, che voci di corridoio indicano in 'partenza per Nulvi, e Sanna.

Il Valledoria risponde con Sotgiu, Bardino, Masu, Piras, Soro, Tellier, Serra, Sanna, Nuvoni, Moretti, Foresti. All. Solinas.

Arbitro Casu GL di Sassari.
(Foto: Andrea Pischedda ruba palla a centrocampo)
I primi minuti non lasciano adito a dubbi, le due squadre attaccano senza remore e continuano a cercare l'area di rigore avversaria. Dopo una discesa senza conclusione della Romangia, il Valledoria ha la prima occasione, ma Contini riesce a sventare con una uscita tempestiva. Subito dopo ancora l'estremo difensore sorsese para facile a terra un tiro rasoterra degli ospiti. La Romangia però non sta a guardare, e dopo qualche azione a vuoto Marreu, imbeccato sulla fascia da Mannurita, entra in area e cerca di sorprendere Sotgiu sul primo palo, ma questi riesce a deviare in angolo con una prodezza. Il terreno di gioco, reso pesante dalle forti piogge di questi giorni, rende difficile la manovra a centrocampo. Il Valledoria sembra però più incisivo, e il possesso palla è in suo favore, pur non riuscendo a creare grossi grattacapi alla difesa romangina, soprattutto grazie ad un'ottima forma dei quattro difensori biancorossi, che più volte sradicano letteralmente il pallone dai piedi degli attaccanti rossoblu. Ci prova Andrea Sechi, con una lunga discesa palla al piede partendo dalla difesa, arriva però troppo stanco e non riesce a mettere al centro un pallone giocabile. Sul finire del primo tempo c'è un ottima occasione per la Romangia; Andrea Pischedda, imbeccato da un perfetto lancio di Contini T che scavalca la linea difensiva, si trova a tu per tu con il portiere, ma perde l'attimo per tirare e dribbla Sotgiu, decentrandosi troppo e non riuscendo a ribadire la palla in rete.
Nel secondo tempo, stesso copione, le squadre quasi si aggrediscono, i falli non si contano, anche se in certi casi l'arbitro sembra non seguire in maniera corretta lo svolgimento del gioco. Un tiro di Nuvoni per gli ospiti viene deviato sopra la traversa da Contini. Il Valledoria inserisce attaccanti freschi nel tentativo di portare a casa bottino pieno, con Salis e Loi al posto di Moretti e Serra. Ma dopo una traversa per una palombella fortunosa, con successiva parata di Contini, i pericoli per la Romangia si diradano, e inserendo Paolo Carta al posto di Sechi A, Tirotto al posto di Carta A e Musino al posto di Contini T, Manunta cerca in qualche modo di vincere. All'80' Andrea Pischedda, servito da Tirotto esplode un tiro dal limite che sfiora il palo alla sinistra di Sotgiu. Ma le occasioni migliori capitano sui piedi di Paolo Carta, che prima, imbeccato da un lancio lungo di Sechi, si trova a tu per tu con il portiere ma non riesce a trovare la porta, e a pochi secondi dalla fina della partita, quando su un traversone basso di Tirotto non riesce a ribadire in rete da due passi, facendo tirare un sospiro di sollievo al Valledoria, che già vedeva lo spettro della sconfitta materializzarsi a partita praticamente conclusa.
Pereggio sostanzialmente giusto, dunque, e terzo risultato utile consecutivo per la Romangia Sorso, che nel computo delle ultime 5 giornate annovera 2 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta, una media di tutto rispetto, soprattutto guardando ai passi falsi delle inseguitrici, che ora si fanno più lontane, dando respiro alla classifica biancorossa. Ora la prossima partita a Buddusò.

MIGLIOR GIOCATORE DELLA PARTITA: TORE ROGGIO

COSI' L'11° GIORNATA

BOSA - MACOMER 1-1
GHILARZA - ARBUS 0-0
GIALETO - USINESE 2-2, rec. 10/12/2008
ILVAMADDALENA - BORORE 3-0
MONTE ALMA - OLMEDO 0-1
ORIONE 96 - BUDDUSO' 0-0
ROMANGIA - VALLEDORIA 0-0
TORRES - LATTE DOLCE 1-1
RIPOSO: R. VILLACIDRO

A presto con la sintesi della partita.