Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: CERCO INFO STORICHE DEL CALCIO A SORSO, INFO CRONOLOGICHE SULLA NASCITA DELLE SOCIETA' SORSO CALCIO, ESPERIA SORSO E ROMANGIA, FOTO SCANNERIZZATE, ARTICOLI ECCETERA. SE QUALCUNO VOLESSE CONTRIBUIRE MI PUO' CONTATTARE ALLA MAIL cescocanu@sorsocalcio1930.com

lunedì 30 marzo 2009

28° GIORNATA: VALLEDORIA - ROMANGIA 1-2

Reazione d'orgoglio della Romangia, che supera in trasferta i cugini del Valledoria al termine di una partita nervosa e a tratti non proprio bella, ma che ha regalato spunti interessanti. Primo tra tutti l'ottima intesa tra Schintu e Contu, che in più di un'occasione ha messo in crisi la difesa avversaria. Da segnalare inoltre l'ottima prestazione di Sechi, entrato al posto di Schintu nel secondo tempo, e di Marreu, che si fa trovare al posto giusto al momento giusto, segnando un goal importante come fece lo scorso anno ad Ardara nell'ultima giornata di campionato.
Formazioni

Valledoria: Sotgiu, Bardino, Valenti, Piana, Soro, Mura, Tellier, Oggiano, Loi, Foresti, Muretti. Allenatore Sanna.

Romangia: Contini GF, Pischedda G, Santoni, Sechi, Roggio, Contini S, Cacace, Marreu, Contu Mannurita, Schintu. Allenatore Manunta (in panchina Piga).
Le squadre scendono in campo in maniera confusionaria, entrambe impegnate duramente nella lotta per non retrocedere, si affannano per trovare il goal, ma senza lucidità e coerenza. Le azioni sono sporadiche, e per la maggior parte create da lanci lunghi o rimpalli fortunosi, i falli non si contano e l'arbitro è costretto più di una volta ad intervenire autoritario per sedare gli animi, elargendo generosamente cartellini gialli. Per dovere di cronaca, la terna arbitrale è apparsa tra le migliori viste quest'anno, il rigore era netto, anche se il merito va alla furbizia di Foresti che trae in inganno Roggio, e gli errori fatti dall'arbitro sono pochi e ininfluenti ai fini del risultato. E' la Romangia la prima a rendersi pericolosa con Contu, migliore in campo, ma il suo cross non trova nessuno pronto alla deviazione in porta. Proprio nel momento migliore dei sorsesi arriva il vantaggio dei padroni di casa. Foresti entra in area e cerca il contatto con Roggio, che lo atterra. L'arbitro decreta il rigore e Loi spiazza Contini per l'uno a zero. La Romangia non si perde d'animo, e dopo un'iniziale sbandata confusionaria preme l'acceleratore per cercare il pareggio. Arriva grazie ad un lancio lungo per Contu, quest'ultimo si fa respingere il tiro da Sotgiu, ma arriva in corsa Marreu, che di piatto fa passare la palla sotto le gambe dell'estremo difensore e infila nell'angolino sinistro. Si va al riposo sull'uno a uno.
Nel secondo tempo il Valledoria cerca di riorganizzarsi, ma commette troppi errori, a fronte comunque di un'ottima manovra di centrocampo, costruita su una fitta ragnatela di passaggi che più volte mette in crisi la formazione di Sorso. Al 12' entra un ottimo Ruiu al posto di Cacace, e la manovra sorsese acquista velocità, grazie anche all'inserimento vincente di Andrea Sechi al posto di Schintu, in evidente affanno per aver corso molto nel primo tempo. Mannurita intanto viene sostituito per la prima volta in questo campionato, ed entra Musino al suo posto. La velocità di Sechi permette agli ospiti di manovrare in contropiede, e l'ala di Sorso più volte prende le misure ai propri marcatori diretti. Al 35', grazie proprio ad una sua azione, la Romangia passa in vantaggio. Sechi serve Musino sulla sinistra, questi mette un pallone d'oro all'altezza del dischetto, sul quale Contu si avventa con un tiro fortissimo che si infila alla destra di Sotgiu. E' il primo goal dopo appena due partite per il nuovo attaccante biancorosso, che regala la vittoria ai sorsesi. Il Valledoria cerca insistentemente il pareggio, riuscendo quasi nell'impresa per due volte, mandando prima a lato, e sbagliando su un cross pericoloso dalla sinistra successivamente. A complicare le cose arriva l'espulsione di Valenti per doppia ammonizione, a causa di un fallo su Contini S lanciato verso il limite dell'area. La partita finisce e la Romangia porta a casa tre punti.
Indipendentemente dalla classifica, analizzando la partita di Valledoria ci sono alcuni elementi positivi da non trascurare. La continua crescita di giovani come Marreu, Cacace e Ruiu lascia ben sperare per il futuro del calcio di Sorso. Ieri in particolare Marreu e Ruiu hanno giocato con autorevolezza, senza neppure far sentire la differenza di età con i giocatori più esperti in campo. Rimaniamo comunque con i piedi per terra, sono tre punti che in qualche modo danno respiro ai sorsesi, ma la classifica parla ancora chiaro, anche se non è escluso un miracolo nel rush finale. Ci sono infatti altri scontri diretti, come il Buddusò domenica prossima e il Gialeto. Il risultato finale, però, non dipende più soltanto dai punti che potrebe ottenere la squadra di Sorso, ma dipende anche e soprattutto dai risultati degli altri. Il Valledoria, squadra che dobbiamo superare per aver accesso almeno a un posto nei play-out, ha una partita in meno, ma c'è la speranza per domenica prossima, che vedrà l'Usinese, lanciatissima dopo il sorpasso ai danni dell'Ilvamaddalena, affrontare in casa proprio la formazione penultima in classifica. Vedremo.

COSI' LA 28° GIORNATA

MACOMER - BOSA 1-3
ARBUS - GHILARZA 2-2
USINESE - GIALETO 4-0
BORORE - ILVAMADDALENA 1-0
OLMEDO - MONTE ALMA 1-0
BUDDUSO' - ORIONE 96 N.D.
VALLEDORIA - ROMANGIA 1-2
LATTE DOLCE - TORRES 2-2
RIPOSO: R. VILLACIDRO



venerdì 27 marzo 2009

IL PUNTO


La 27° giornata di campionato ha confermato quanto si era visto negli ultimi tempi, con una Torres che nonostante il pareggio si mantiene saldamente al comando. Unico neo per i sassaresi le insistenti voci su problemi finanziari. In chiave play-off Villacidro e Olmedo vivacchiano in attesa della fine del campionato, dopo il quale daranno battaglia alle altre squadre del girone A per conquistare l'agognato campionato di Eccellenza. L'unica incertezza riguarda l'unico posto disponibile per il treno promozione, ma la situazione tra Ilvamaddalena e Usinese non sembra voler prendere una posizione definitiva, con le due squadre che procedono a braccetto e che si contenderanno un posto nei play-off fino alla fine.

Dietro intanto tutte le squadre coinvolte direttamente nella lotta per la salvezza hanno conquistato punti, soprattutto per l'atteggiamente passivo delle avversarie che non hanno più un traguardo da raggiungere. Fa eccezione la romangia, che perde in casa contro il Borore, che con quattro vittorie di fila riesce a togliersi di impiccio, nonostante la prestazione tra le più scadenti viste qui a Sorso. Vince anche il Valledoria, che si trova in una situazione paradossale: da un lato la possibilità di accedere all'Eccellenza nel caso in cui vinca la Coppa Italia, dall'altro lo spettro della retrocessione. Infatti nel caso la formazione di Valledoria non dovesse salvarsi nel campionato, andrebbe comunque in prima categoria a prescindere che vinca la Coppa Italia o meno. Con queste motivazioni, si preannuncia una vera e propria battaglia contro la Romangia, che domenica a Valledoria deve per forza riscattare una vittoria per continuare a sperare in un miracolo che la tenga nel campionato di promozione.

La Romangia, d'altro canto, ha conquistato solo 4 punti in tutto il girone di ritorno, un bottino piuttosto misero, che la relega all'ultimo posto a cinque punti dal Valledoria e a 7 punti dal gruppo di 4 squadre che la precedono. Gli unici punti conquistati sono stati un pareggio contro l'Olmedo in casa e una vittoria contro il Macomer in trasferta. Non ci sono altri appigli, se domenica si perde, la retrocessione non sarà matematica, ma le possibilità di ripresa si ridurranno quasi a zero.

Anche nelle difficoltà: FORZA ROMANGIA!!!

domenica 22 marzo 2009

27° GIORNATA: ROMANGIA - BORORE 1-2

Formazioni:

Romangia: Contini GF, Pischedda G, Santoni, Sechi GL, Cozzula, Contini S, Marreu, Schintu, Carta P, Mannurita, Sechi A. Allenatore: Beniamino Manunta.
Al 27' Carta A al posto di Carta P, al 46' Masiero al posto di Cozzula, al 68' Tirotto al posto di Sechi A.

Borore: Sechi, Porcu A, Vinci, Lai, Figus, Porcu F, Tola, Soru, Gosano, Melis, Arbau. Allenatore: Arca.
Al 7' Piras al posto di Gosano, al 73' Pilu al posto di Figus, all'86' La Robina al posto di Melis.

Reti: 68' Schintu, 71' Porcu, 77' Lai.

Incredibile ma vero, riusciamo a perdere addirittura questa partita. Stiamo per scendere verso il baratro, e questa partita, che poteva risollevarci, ci affossa quasi definitivamente.

Cronaca spicciola:

Al 5° minuto del primo tempo espulso il portiere ospite, che atterra Paolo Carta lanciato a rete. Primo tempo inguardabile, con un unico tiro in porta della Romangia.

Secondo tempo la Romangia si butta in avanti per cercare il vantaggio, crea poco ma al 20' passa in vantaggio con Schintu. Dopodichè i biancorossi si suicidano, incassando incredibilmente un goal su un'azione nella quale, non si capisce come, vista la superiorità numerica in campo dei sorsesi, i giocatori ospiti si sono trovati con tre giocatori contro uno soltanto della Romangia. Dopodichè l'ennesimo patatrac, con un goal su un pallone che continua a rimbalzare davanti alla porta senza che nessuno si prenda la briga di allontanarlo. Infine, il Borore preferisce non rischiare, e per pareggiare il numero di giocatori manda all'ospedale Giampiero Tirotto, che non può essere sostituito a causa delle tre già avvenute. Ormai neppure un miracolo basterebbe a salvarci.

COSì LA 27° GIORNATA

GIALETO - ARBUS 1-0
ROMANGIA - BORORE 1-2
ILVAMADDALENA - LATTE DOLCE 0-0
MONTE ALMA - MACOMER 2-0
GHILARZA - OLMEDO 4-2
BOSA - R. VILLACIDRO 1-1
TORRES - USINESE 0-0
ORIONE 96 - VALLEDORIA 1-2
RIPOSO: BUDDUSO'

Prossima partita: 29/03/2009 Valledoria - Romangia

Note: stando a quanto riporta l'Unione Sarda mister Manunta sarà squalificato fino al 18 Aprile 2009.

giovedì 19 marzo 2009

IL PUNTO

Mentre la Torres si avvia quasi indisturbata a vincere il campionato, dietro la bagarre per conquistare un buon posto nei play-off si fa accesa. La supersfida tra Ilvamaddalena e Usinese è finita in parità, dunque rimangono ad un punto di distanza l'una dall'altra, con i maddalenini momentaneamente in vantaggio. Stessa situazione tra Olmedo e Riunite Villacidro, che si esibiscono in sorpassi continui, l'ultima ad opera degli olmedesi, che approfittano del capitombolo casalingo del Villacidro contro il Monte Alma. Dietro invece la lotta per la salvezza si fa sempre più accesa, e qualche squadra inizia a respirare aria di tranquillità.
La Romangia intanto ha raggiunto quasi una difficile situazione da ultima spiaggia, relegata all'ultimo posto in classifica. Con due scontri diretti, Monte Alma e Latte Dolce, già bruciati con altrettante sconfitte, rimangono ancora da giocare partite decisive contro il Borore, il Valledoria, l'Orione 96 e il Gialeto, che possono ancora regalare qualche speranza in un miracolo. Bisogna fare in modo però di smuovere un pò le acque e iniziare a fare punti, perchè il campionato è agli sgoccioli.
Domenica appuntamento allo stadio La Piramide per lo scontro diretto contro il Borore, reduce da tre successi consecutivi e dunque caricata al massimo. Mister Manunta intanto non sarà in panchina, squalificato a causa dell'espulsione rimediata a Latte Dolce.
FORZA ROMANGIA!

lunedì 16 marzo 2009

26° GIORNATA: LATTE DOLCE - ROMANGIA 2-0

Nota dell'amministratore del blog:

Vogliate scusarmi per la scarsa completezza dell'articolo di oggi, ma la rabbia di ieri, unita ad impegni pressanti a lavoro, mi impediscono di fare meglio. Metto più immagini, che fotografano meglio quello che è successo ieri.

La situazione ha smesso di essere critica, ed è diventata ufficialmente disperata. La sconfitta di ieri è come un macigno che si abbatte sulla compagine di Sorso, che vede avvicinarsi lo spettro della retrocessione diretta. C'è ancora la speranza in un finale di campionato positivo, ma quello al quale si sta assistendo non è uno spettacolo che lascia presagire qualcosa di buono. Ieri, ci si è messo anche l'arbitro, a rovinare la partita, un incompetente completo, che fa strafalcioni sia da una parte che dall'altra.
Formazioni:

Latte Dolce: Saiglia, Lostia, Cocco, Ruggiu, Addis, Lungheu, Micheli, Piras, Delizos, Sotgiu, Marogna.

Romangia: Contini GF, Pischedda, Santoni, Sechi GL, Roggio, Tirotto, Masiero, Mannurita, Contu, Pieschedda A, Sechi A.
La partita, come al solito, vede la Romangia sfiorare il goal, ma sarebbe meglio dire invece che il goal è stato letteralmente buttato alle ortiche. Pischedda sbaglia a tu per tu con il portiere mandando il pallone sull'esterno del palo. Il nuovo innesto, Contu, sembra giocare bene, producendo alcune azioni interessanti. Il Latte Dolce gioca più tranquillo, ma quando attacca fa male, creando occasioni pericolose, costringendo Contini ad un uscita tempestiva e una parata a terra. Al quarantesimo la Romangia perde una delle pedine più importanti, Andrea Sechi, portato all'ospedale per una vistosa lacerazione causata da una gomitata di un giocatore di casa. L'arbitro, incredibilmente, assistendo a due passi alla scena, non si scompone e lascia correre, nonostande il terreno di gioco stesse già macchiandosi di rosso del sangue del Romangino. Mister Manunta, come qualunque essere umano di buon senso, protesta e fa notare all'arbitro dell'accaduto, per tutta risposta viene espulso dal campo, tra gli insulti dei civilissimi locali, che insultano anche me, minacciandomi e appostrofandomi con frasi tipo "occhio chi dabboi ti fozzu la macchina mi". Da notare come dieci minuti prima, l'arbitro ammoniva lo stesso Andrea Sechi, reo di essere caduto dopo aver ricevuto un calcione sugli stinchi.
La partita, grazie all'arbitraggio egregio del sig. Casula di Ozieri, prende una piega all'insegna della violenza gratuita, calci, pestoni, falli inutili, molti dei quali completamente ignorati dall'arbitro. In una rara azione di calcio, il Latte Dolce passa improvvisamente in vantaggio con Sechi, dopo aver rotto una mano al nostro portiere, naturalmente anche questo fallo completamente ignorato da arbitro e assistente. Abbiamo ben due giocatori usciti per infortuni seri, per tutta risposta, però, l'arbitro espelle anche Franco Chighine, in qualità di vice allenatore. Il secondo goal, però, è tutto merito del Latte Dolce, con un'azione continuata all'interno dell'area sorsese, sulla quale la difesa è immobile. Alla fine dei continui passaggi, è Marogna, indisturbato, a battere l'incolpevole Rubattu. Poco dopo l'arbitro regala un rigore alla Romangia, ma Andrea Pischedda sbaglia, appoggiando piano rasoterra sul portiere sassarese.
Dopo altri calci e pestoni, finisce la partita. Per fortuna la macchina l'ho trovata intera e senza un graffio. La fortuna è di chi mi ha minacciato, ovviamente, perchè ero già pronto ad andare dai carabinieri con tanto di foto di chi mi ha minacciato, che evidentemente non sapeva quale fosse la portata del mio obiettivo, che gli ha scattato un bel primo piano dettagliato, ora cancellato perchè non mi serve.
Inutile prendersi in giro, ormai ogni partita sarà un'ancora per la salvezza, perdere ulteriori punti significherà fine certa. Speriamo almeno di raggiungere i play-out, perchè giunti a questo punto anche quel piccolo traguardo appare lontano da raggiungere, anche perchè le squadre che si trovano in zona sicura, non hanno alcuno stimolo per vincere, essendo fuori dal rischio retrocessione e contemporaneamente fuori da qualsiasi pretesa per la promozione, appannaggio di Torres, Olmedo, Villacidro, Ilvamaddalena e come outsider Usinese. Non bisogna, però, perdere la speranza, finchè la matematica non ci condannerà. In caso di retrocessione, pazienza, si rinizierà dalla prima categoria, si sarà perso il duro lavoro fatto fin qui, ma si potranno gettare nuove basi per progettare meglio una futura risalita. Se invece riusciremo a salvarci, questa stagione ci sarà servita di lezione per affrontare meglio i prossimi campionati.
COSì LA 25° GIORNATA

VALLEDORIA - BUDDUSO' 1-2
MACOMER - GHILARZA 0-2
OLMEDO - GIALETO 3-2
USINESE - ILVAMADDALENA 1-1
R. VILLACIDRO - MONTE ALMA 0-1
BORORE - ORIONE 96 2-0
LATTE DOLCE - ROMANGIA 2-0
ARBUS - TORRES 0-1
RIPOSO: BOSA
Domenica sfida chiave contro il Borore, che ormai dall'ultima posizione in classifica ha superato anche il Valledoria. Non ci resta altro da fare che continuare a lottare.

lunedì 9 marzo 2009

25° GIORNATA: ROMANGIA - USINESE 2-4

Finisce con un'ennesima sconfitta, la tredicesima in questo campionato, la partita tra Romangia e Usinese. Ormai la squadra di Sorso si trova all'ultimo posto in classifica, a causa della vittoria esterna del Borore. La situazione comincia ad essere disperata per la squadra di Beniamino Manunta, che vede avvicinarsi lo spettro della retrocessione a poche partite dalla conclusione del campionato. Purtroppo il copione di questa sconfitta è lo stesso visto per tutto il campionato: troppi errori di fronte alla porta, anche quando l'unica cosa che bisogna fare è appoggiare il pallone in rete, sembra che gli attaccanti biancorossi non abbiano la lucidità giusta per rifinire le azioni create.
La Romangia è scesa in campo con Contini GF, Pischedda G, Santoni, Sechi GL, Roggio, Tirotto, Masiero, Mannurita, Carta P, Pischedda A e Sechi A. All. Beniamino Manunta.

L'Usinese ha risposto con Mariano, Puggioni, Sanna, Derosas, Pilia, Manai, Poddighe, Pinnanossai, Silanus, Giuaferru, Merella, All. G. A. Satta.
Baricentro alto dunque per la squadra di Sorso, Beniamino Manunta preferisce Andrea Sechi a Salvatore Contini, cercando di sfruttare meglio la fascia. Inizialmente sembra tutto andare bene, e solo lo scarso appeal con il goal degli attaccanti sorsesi impedisce all'Usinese di capitolare, e quando invece i tiri sono verso la porta è il portiere ospite a negare la gioia del goal ai biancorossi.
Prima frazione dove l'Usinese non gioca benissimo, lasciando alla Romangia l'iniziativa limitandosi a contenere per colpire in contropiede, che sarà una delle armi determinanti per il risultato finale. Nella squadra di casa si avverte la necessità di fare punti, e si butta con cuore e carattere in cerca del goal. Non si può dire che le occasioni non siano arrivate, Paolo Carta ha per quattro volte la palla del vantaggio sui piedi, ma non ha fortuna. Prima viene anticipato dal portiere, nella seconda affretta troppo il tiro da posizione ottima e manda a lato, nella terza riesce ad infilarsi in area saltando un difensore nel corridoio sinistro, ma solo a tu per tu con il portiere manda malamente sul fondo, mentre nella quarta batte un calcio di punizione, sulla respinta batte un tiro fortissimo all'incrocio dei pali, ma il portiere usinese manda in angolo con un balzo felino. Sull'altro fronte brivido per un calcio di punizione dal limite, deviato in angolo da Contini con la punta delle dita. Paolo Carta recrimina per un fallo in area mentre si appresta a battere a rete, ma l'arbitro non è dello stesso avviso e lascia correre. Masiero oggi non è proprio in forma, e corre spesso a vuoto, mentre Andrea Sechi, pur creando buone occasioni, è frenato dal suo marcatore diretto, che compete con lui in velocità. L'Usinese avverte il pericolo, e cerca di riorganizzarsi, grazie ad un gioco fluido con passaggi precisi. La frustrazione per il mancato vantaggio sarà la chiave della sconfitta sorsese.
Nel secondo tempo è una Romangia spenta, senza idee, e con una difesa che sembra distratta. Ma l'Usinese non gioca benissimo, inizialmente, e per questo giunge inaspettato il goal. Contini devia in angolo un forte tiro degli ospiti, sul corner la respinta della difesa è debole e arriva Silanus che di piatto batte a rete. E' un duro colpo, e quando il gioco riprende si capisce che la Romangia ha poche idee per recuperare. L'unico pericolo arriva su tiro di Pischedda, ma il portiere ospite respinge in angolo. Mentre si pensa già al peggio, arriva il pareggio della Romangia, con un lancio lunghissimo di Mannurita, che il portiere usinese non riesce a prendere, ma che arriva verso Andrea Sechi, che mette in rete il primo goal di questo campionato. Ma quando sembra che la partita volga al meglio, la Romangia si suicida con un errore terribile di Santoni e Roggio, fino a quel momento impeccabili. Su un lancio innocuo, i due difensori romangini non riescono ad allontanare il pallone, che continua a rimbalzargli davanti, arriva Silanus che di controbalzo esplode un tiro micidiale sul quale Contini non può fare nulla. Entrano Salvatore Contini al posto di Tirotto e Antonio Carta al posto di Paolo, ma la situazione non si sblocca, e allora Beniamino Manunta prova il tutto per tutto inserendo un altro attaccante, Schintu, al posto di Santoni. Ma arriva il terzo goal, impietoso, dell'Usinese. Dopo aver reclamato inutilmente un rigore ai danni di Pischedda, gli ospiti ribattono l'ennesimo contropiede, che trova la difesa impreparata, Contini respinge un tiro fortissimo ma arriva indisturbato Silanus che infila il suo terzo goal personale in questa partita. Arriva addirittura il quarto goal, Silanus, solo davanti a Contini, appoggia lateralmente per Giuaferru, che non fa altro che appoggiare la palla in rete. Alla fine i sorsesi trovano un colpo d'orgoglio, per alleviare un passivo che non meritava assolutamente. Salvatore Contini serve Schintu, che si gira ottimamente al limite dell'area ed esplode un tiro micidiale all'incrocio dei pali per il 2-4 finale.
Non resta altro da fare che rimboccarsi le maniche e mettercela tutta nello scontro diretto di domenica prossima a Latte Dolce, in caso di ulteriore sconfitta le possibilità di salvezza saranno ridotte a lumicino, ma non siamo ancora spacciati, c'è il margine per continuare a sperare, l'importante è ritrovare un pò di lucidità, una cosa che purtroppo quest'anno ha scarseggiato.

MIGLIOR GIOCATORE DELLA PARTITA: ANDREA SECHI

COSì LA 25° GIORNATA

ILVAMADDALENA - ARBUS 3-0
BUDDUSO' - BORORE 0-3
MONTE ALMA - BOSA 1-1
ORIONE 96 - LATTE DOLCE 2-1
GIALETO - MACOMER 0-0
TORRES - OLMEDO 1-0
GHILARZA - R. VILLACIDRO 2-3
ROMANGIA - USINESE 2-4
RIPOSO: VALLEDORIA

PURTROPPO A CAUSA DI UN GUASTO ALLA VIDEOCAMERA, NON E' STATO POSSIBILE REGISTRARE LA PARTITA, NON SARANNO DUNQUE DISPONIBILI I VIDEO DEI GOAL E LA SINTESI DELLA PARTITA, MI SCUSO PER IL DISAGIO.

giovedì 5 marzo 2009

IL PUNTO

Il campionato di promozione si trova ad un bivio, con la supersfida di domenica tra Torres ed Olmedo, si potrebbe riaprire il campionato, ma potrebbe anche chiudersi definitivamente, nel caso di vittoria dei sassaresi. Il discorso dei playoff invece sembra riguardare unicamente Olmedo e Villacidro, che hanno allungato in maniera decisiva sulle altre squadre, che sembrano definitivamente tagliate fuori da qualsiasi pretesa. Dietro la situazione invece rimane pressochè stabile, con l'unica eccezzione del Borore, che cerca di recuperare terreno sperando nella salvezza.
La Romangia intanto risente dell'assenza di Antonello Mannurita, Andrea Pischedda, Gianluca Sechi e Giampiero Tirotto e pur partendo bene non riesce a difendere il risultato e rimedia l'ennesima sconfitta, che ha ancora il sapore di occasione mancata, che va ad aggiungersi ai numerosissimi punti persi nel corso del campionato. C'è di buono però che le altre concorrenti alla salvezza non sono andate troppo bene, quindi i danni sono limitati e le possibilità di salvezza rimangono intatte, anche perchè ci attendono ancora scontri diretti importanti.
Domenica a Sorso arriva l'Usinese, che si trova in una zona di classifica tranquilla, ma senza nessuna pretesa di raggiungere i play-off, che appaiono troppo lontani. Nella gara di andata ad Usini finì uno a zero per i padroni di casa, vedremo se con il rientro degli squalificati la Romangia possa ricominciare a fare punti.
Appuntamento allo stadio S. Madau per domenica 8 marzo alle 15:00 e naturalmente FORZA ROMANGIA.

lunedì 2 marzo 2009

24° GIORNATA: ARBUS - ROMANGIA 2-1

(Immagini e video assenti a causa della mia assenza ad Arbus)

Occasione persa per la Romangia di Beniamino Manunta, che non riesce a mantenere il vantaggio maturato al 18' con Paolo Carta, che torna al goal dopo un lungo digiuno. Un vero peccato, perchè probabilmente senza tutte le assenze importanti poteva essere una partita diversa, e i 3 punti erano alla portata dei biancorossi di Sorso. In classifica comunque non cambia nulla, per quanto riguarda le distanze con le dirette concorrenti. Valledoria e Gialeto infatti sono state sconfitte rispettivamente da Borore (che si riavvicina alla Romangia) e dalla Torres, sempre più lanciata verso il salto di categoria.
Complimenti al cronista della Nuova Sardegna, che si inventa i nomi di giocatori e allenatore. Davvero un ottimo esempio di dedizione e attenzione ai doveri di cronaca.

Formazioni (vere)

Arbus: Atzeni, Dametto, Pilloni, Pisano, Demontis, Ruggeri, Falqui, Piras, Vaccargiu, Solina, Tomasi. All. Alessandro Zaccolo.

Romangia: Contini GF, Tola, Musino, Masiero, Santoni, Pischedda G, Marreu, Contini S, Carta P, Carta A, Sechi A. All. Beniamino Manunta.

COSì LA 24° GIORNATA

LATTE DOLCE - BUDDUSO' 0-0
BOSA - GHILARZA 1-0
R. VILLACIDRO - GIALETO 2-0
OLMEDO - ILVAMADDALENA 1-1
USINESE - ORIONE 96 3-1
ARBUS - ROMANGIA 2-1
MACOMER - TORRES 0-2
BORORE - VALLEDORIA 2-0
RIP. MONTE ALMA

Domenica prossima a Sorso arriva l'Usinese, che si sta riproponendo in maniera solida ai vertici del campionato. Sarà dunque una partita decisamente ostica.